fbpx

Voci dall’ Afghanistan

Il podcast "live" di Francesca Mannocchi

L'audio- reportage lungo le strade dell'Afghanistan
A sei mesi dalla caduta di Kabul e dal ritorno al potere dei talebani in Afghanistan Francesca Mannocchi torna a percorrere le strade del Paese. L’aveva lasciato il 16 agosto, con il primo volo di evacuazione dall’aeroporto Karzai della capitale. I talebani erano alle porte e la gente cominciava ad ammassarsi intorno allo scalo in cerca di una via di fuga. 120 mila persone sono riuscite a partire, ma come vive chi resta? Sono tornata a incontrare le cittadine e i cittadini afgani, lungo le strade di Kabul, nelle corsie degli ospedali, alle cose per gli aiuti alimentari, nelle scuole clandestine delle giovani ragazze e delle loro insegnanti che provano a resistere alle imposizioni e le censure del nuovo governo, e sono tornata nel cuore del consenso talebano, la città del Mullah Omar, da cui tutto partì, nel 1994: Kandahar.

Francesca Mannocchi

Francesca Mannocchi, 1981, è una giornalista, scrittrice e documentarista italiana. Collabora da anni con testate nazionali e internazionali e con diverse televisioni italiane. Si occupa principalmente di migrazioni e conflitti. Ha realizzato reportage da Iraq, Libia, Libano, Siria, Tunisia, Egitto, Yemen, Turchia e Afghanistan. Nel 2018 ha diretto e sceneggiato insieme al fotografo Alessio Romenzi il documentario Isis, Tomorrow, presentato alla 75a Mostra internazionale del Cinema di Venezia. Ha vinto importanti premi giornalistici tra cui: il Premio Giustolisi con un’inchiesta sulle carceri libiche, il Premiolino 2016, il Premio Ischia per il giornalismo, il Premio Colombe d’Oro per la Pace. È stata inoltre finalista di premi internazionali, come il Kurt Shork Journalism Award 2017, il Fetisov Award for Journalism nel 2019.
Nel 2019 ha pubblicato il suo primo romanzo, Io Khaled vendo uomini e sono innocente, con cui ha vinto il Premio Estense. Ha inoltre scritto Porti ciascuno la sua colpa, per i tipi di Laterza, sulla guerra in Iraq contro l’Isis, il volume di graphic journalism Libia con l’illustratore Gianluca Costantini per (INK Mondadori, 2019), e il libro per bambini Se chiudo gli occhi, con l’illustratrice siriana Diala Brisly (RoundRobin, 2018). Nel 2021 ha pubblica per i tipi di Einaudi Stile Libero Bianco è il colore del danno, storia della sua convivenza con una malattia neurologica potenzialmente degenerativa, la sclerosi multipla.
Con questo libro ha vinto il Premio Boccaccio per l’Etica della comunicazione del 2021. 

Voci dall’ Afghanistan

Voci dall’Afghanistan è un podcast di Francesca Mannocchi prodotto da Chora Media

È scritto con Monica De Benedictis
La cura editoriale è di Francesca Milano
L’assistente di redazione è Francesca Abruzzese
La producer è Monica De Benedictis
La post produzione e il sound design sono di Paolo Corleoni
Musiche addizionali su licenza Machiavelli Music

Iscriviti alla nostra newsletter

Utilizzando questo modulo richiedi l’invio periodico e continuativo della newsletter e acconsenti che i tuoi dati vengano trattati per le finalità collegate a tale servizio secondo la nostra informativa.